• home
  • Chi Siamo
  • catalogo
  • e-book
  • ricerca
  • acquisti
  • distribuzione
  • eventi
  • contatti
  • ricerca

E' l'indirizzario dei clienti a cui mandiamo via email notizia delle novità editoriali. Gli iscritti al Club dei Lettori godono di offerte promozionali a loro rivolte e dello sconto del 15% su tutti i titoli in catalogo (sconto non cumulabile con altri sconti), a condizione che l'ordine sia effettuato attraverso il sito web. Per iscriversi al club dei Lettori inserire di seguito il proprio indirizzo email. Inviandolo si acconsente al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs. 196/2003.

Inserisci il tuo indirizzo:
copia qui il testo di verifica



titoli suggeriti
Cesare Lombardo
SULLE ALTE VIE DEL TOR DES GÉANTS
Viaggio al confine tra sogno e realtà
Novello Pederzini
LA SOLITUDINE
Come accettarla, come viverla, come cercarla
Marco Vitale
I PROVERBI DI CALATAFIMI
Antichi e modernissimi punti di vista inusuali sui grandi temi dell´Impresa
Battista Mondin
L´UOMO SECONDO IL DISEGNO DI DIO
Trattato di antropologia teologica. Seconda edizione
Novello Pederzini
METTERE ORDINE
Riflessioni e proposte per uno stile di vita più sano e più umano
Giuseppe Barzaghi
LA FUGA
Esercizi di filosofia
collane

copertina libro

Michele Uva, Marco Vitale
VIAGGIO NELLO SPORT ITALIANO

ISBN: 9788870947953
dimensioni: 140 x 210 mm
rilegatura: brossura
collana: Il pane quotidiano
pagine: 480
anno: 2011

€ 29,00

«Una buona dose di consigli, ipotesi di lavoro e linee di indirizzo posti con garbo, che tuttavia – scommettiamo? – provocheranno qualche mal di pancia. (…). Ma credo che lo sport italiano e l’organizzazione che lo governa siano migliori di tanta altra parte di questo Paese» dalla Prefazione di Ruggiero Palombo.
Il libro è un viaggio nello sport italiano e un esame del suo significato sociale, economico e sportivo.
Il viaggio inizia con un affascinante saggio sugli antichi Giochi di Olimpia, durati circa un millennio, dall’VIII sec. a. C. al IV d. C., che rappresentano le radici dello sport moderno e che avevano un senso profondo nella società e nella politica dell’antica Grecia, allora avanguardia della civiltà, conservando ancora valori e significati per il nostro tempo.
La seconda parte analizza alcune discipline praticate in Italia approfondendone gli aspetti sportivi, sociali ed economici. Viene descritta la struttura organizzativa degli enti preposti e vengono esaminati in dettaglio il calcio, l’atletica, il ciclismo e altri nove sport descrivendone per ognuno di essi origine e storia, punti di forza e di debolezza.
Nella terza e conclusiva parte, gli Autori sviluppano delle riflessioni sul viaggio compiuto. Ne esce un quadro positivo dello sport italiano, ma si sottolineano le sue ulteriori potenzialità non solo sul piano sportivo, ma anche sul piano sociale ed economico nella convinzione che lo sport rappresenti un importante fattore di sviluppo. Per questo obiettivo esso richiede anche nuovi investimenti e miglioramenti di alcuni aspetti legislativi e operativi. In particolare viene sottolineata la scarsa attività sportiva svolta nelle scuole con conseguente abbandono da parte dei ragazzi dopo i quattordici anni di età. Si auspica una forte collaborazione fra scuola e sport. Si evidenziano i legami invisibili, ma potenti, con i quali un sistema sportivo sano e vincente stimola lo sviluppo integrale, anche economico e sociale, di una popolazione viva, attiva, che sia davvero pronta ad affrontare le molte sfide che si profilano all’orizzonte. Perché lo sport, a prima vista solo gioco, bellezza e salute, è fin dai tempi più antichi vera scuola di vita e fattore importante di incivilimento e progresso politico, economico e sociale.

Michele Uva - Nato a Matera nel 1964, ha sviluppato l’intero percorso professionale sviluppatosi nell’ambito del sistema sportivo, in differenti contesti e discipline, con una significativa esperienza maturata all’estero in qualità di consulente per attività di riorganizzazione aziendale e sviluppo del business. Ha ricoperto ruoli in commissioni di studio presso organizzazioni governative e sportive, internazionali e nazionali. Ha iniziato il suo percorso professionale nella pallavolo nel 1985. A Bologna con la Zinella, a Treviso con la Sisley e poi direttore generale a Matera nella Latte Rugiada, vincendo 13 titoli a livello nazionale ed europeo. A 31 anni è stato nominato Presidente della Lega Pallavolo Femminile. Nel calcio ho svolto il ruolo di direttore generale del Parma Calcio (vincendo Coppa Italia, Supercoppa e Coppa UEFA) e di Vice Presidente della Lazio. Attualmente lavora per la FIGC, dopo essersi occupato, con la qualifica di responsabile di progetto, della candidatura italiana per UEFA Euro 2016. Nel corso degli anni ha ricoperto ruoli in importanti commissioni presso la Lega calcio e la UEFA. Nel basket per due anni, è stato direttore generale della Lottomatica Roma. Dal 2006 è docente presso l’Università di Tor Vergata in “Teoria delle Organizzazioni Sportive” e in numerosi Master presso Università italiane e per la FIFA. Negli anni ha lavorato per una delle più importanti società di consulenza del mondo dello sport, la tedesca Sport+Markt AG.
Già consulente del Ministero dello Sport sul tema dell’impiantistica sportiva e per la riscrittura della legge sullo sport professionistico, oggi è Direttore generale di CONI Servizi s.p.a.

Marco Vitale - Bresciano di nascita, milanese di residenza e internazionale per interessi e attività, Marco Vitale ha svolto compiti professionali di rilievo in vari campi dell’economia d’impresa, dove il leit-motiv è sempre stato l’innovazione, le nuove frontiere e la modernizzazione dell’economia.Trascorre gli anni centrali della sua formazione nel mondo societario e professionale americano dove, in qualità di dirigente e giovanissimo socio dell’Arthur Andersen & Co., opera con primari complessi aziendali internazionali. Dopo vent’anni lascia l’Andersen e fonda una società di consulenza in Italia, la Vitale-Novello & Co. S.r.l., dedicandosi all’innovazione dei gruppi familiari italiani: Gruppo Same-Deutz, Gruppo Recordati, Smeg, LU-VE, Snaidero, Ermenegildo Zegna, Vincenzo Zucchi.In Italia è tra i protagonisti dell’introduzione e sviluppo della certificazione dei bilanci, è pioniere dell’attività di gestione di fondi d’investimento e del merchant banking, ed è co-fondatore e primo presidente delle società del Gruppo Arca, costituto da un importante gruppo di banche popolari. È nominato presidente dell’AIFI, che ha contribuito a creare e ha presieduto per sedici anni.Dal 2010, con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, Confindustria, ABI e alcuni grandi istituti bancari italiani, costituisce e presiede il Fondo Italiano di Investimento, www.fondoitaliano.it, che con 1,2 miliardi di euro di dotazione intende creare e salvare posti di lavoro e aiutare le imprese italiane a crescere nel mondo.Si è molto impegnato nello sviluppo di valori e metodi imprenditoriali negli Enti locali e nel Mezzogiorno. È stato presidente del nuovo terminal container del porto di Gioia Tauro (RC), è stato presidente delle Ferrovie Nord di Milano, assessore alle attività economiche del Comune di Milano, commissario straordinario dell’Ospedale Maggiore-Policlinico di Milano, consulente di varie Province e Comuni per la privatizzazione, modernizzazione e sviluppo di piani strategici territoriali. Commissario Unico del coordinamento dei finanziamenti privati ai profughi del Kosovo (Missione Arcobaleno), ha istituito un fondo di microcredito con il prof. Muhammad Yunus, fondatore di Grameen Bank e premio Nobel per la Pace.Generosa l’attività di docenza. Ha condotto corsi molto innovativi all’Università di Pavia, alla Bocconi di Milano, all’ISTAO di Ancona e alla LIUC di Castellanza. Di quest’ultima è stato il principale ideatore, co-fondatore, animatore e vice-presidente. È stato presidente della Fondazione ISTUD, prima Business School indipendente d’Italia, che ha contribuito a rilanciare.Editorialista di importanti quotidiani, è autore di numerosi scritti e libri, tra cui: La riforma delle Società per Azioni (Giuffrè, 1975); La lunga marcia verso il capitalismo democratico (Il Sole 24 Ore, 1989); Le Encicliche sociali, il rapporto tra Chiesa ed Economia (Il Sole 24 Ore, 1991); Liberare l’economia, le privatizzazioni come terapia alla crisi italiana (Marsilio, 1993); Sviluppo e Spirito d’Impresa (Il Veltro, 2001); America, punto e a capo. Una lettura non conformista della crisi dei mercati mobiliari (Scheiwiller, 2002); Fenomeno Chievo. Una squadra di quartiere contro il calcio miliardario (Scheiwiller, 2002); Il mito Alfa (Egea, 2004); Arturo Benedetti Michelangeli. La perfezione si fa musica (Castelli Bolis Poligrafiche, 2005); Lezioni di Impresa da tempi e luoghi diversi (Inaz, 2008); Viaggio nell’economia campana (Guida, 2008); Passaggio al futuro. Oltre la crisi attraverso la crisi (Egea, 2010). Ha ideato e sostenuto la riedizione di Del pensiero come principio d’economia publica di Carlo Cattaneo, con traduzione inglese a fronte (Scheiwiller, 2001), e la versione destinata al mercato americano Intelligence as a Principle of Public Economy (Lexington Book, USA, 2003).
Si veda anche www.marcovitale.it.