• home
  • Chi Siamo
  • catalogo
  • e-book
  • ricerca
  • acquisti
  • distribuzione
  • eventi
  • contatti
  • ricerca

E' l'indirizzario dei clienti a cui mandiamo via email notizia delle novità editoriali. Gli iscritti al Club dei Lettori godono di offerte promozionali a loro rivolte e dello sconto del 15% su tutti i titoli in catalogo (sconto non cumulabile con altri sconti), a condizione che l'ordine sia effettuato attraverso il sito web. Per iscriversi al club dei Lettori inserire di seguito il proprio indirizzo email. Inviandolo si acconsente al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs. 196/2003.

Inserisci il tuo indirizzo:
copia qui il testo di verifica



titoli suggeriti
Antonin-Gilbert Sertillanges
CATECHISMO PER I NON CREDENTI
Giuseppe Barzaghi
L´INTELLIGENZA DELLA FEDE
Credere per capire, sapere per credere
Giacomo Biffi
L´ABC DELLA FEDE
Proposta sintetica per l´Anno della fede
Attilio Carpin
IL PARADOSSO DELLA FEDE
Tutto concorre al bene
Riccardo Pane
IL CREDO PAROLA PER PAROLA
Spunti per la riflessione e la catechesi
Novello Pederzini
LÀSCIATI AMARE
Per riscoprire la gioia di vivere e per giungere alla vera pace interiore
collane

copertina libro

Napoleone Bonaparte
CONVERSAZIONI SUL CRISTIANESIMO, SECONDA EDIZIONE AMPLIATA

Ragionare nella fede

ISBN: 9788870949322
dimensioni: 125 x 195 mm
rilegatura: brossura
collana: Itinerari della fede
pagine: 120
anno: 2016

€ 10,00

E-Book € 4.99

Un documento-fonte che rivoluzionerà il nostro modo di considerare Napoleone: si tratta della trascrizione di conversazioni improvvisate di Napoleone, trascrizione fedele compiuta da generali e medici, francesi e inglesi, credenti e miscredenti, che lo assistettero durante i sei anni di esilio.

«Esiste un Essere infinito, a paragone del quale – generale Bertrand – non siete che un atomo; a paragone del quale io, Napoleone, sono un vero niente, un puro nulla, mi capite? Lo sento questo Dio... lo vedo... ne ho bisogno, credo in lui». Il 15 ottobre 1815 Napoleone, sconfitto a Waterloo, sbarca a Sant’Elena insieme ad alcuni ufficiali rimastigli fedeli. A questi confiderà le sue più intime convinzioni sulla fede, che saranno poi fedelmente trascritte. Da queste conversazioni emerge un’immagine di Napoleone, ben diversa da quella tramandataci da certa storiografia. Non un uomo materialista e anticlericale, ma un cattolico convinto che ha maturato la propria fede. Napoleone elabora un’efficace prova dell’esistenza di Dio che si fonda anche sulla propria esperienza di vita, riflette con animo appassionato sulla persona e la vita di Gesù Cristo, sulla Croce, sull’Eucaristia, sui rapporti tra fede cristiana e religione islamica, tra fede cattolica e protestantesimo. E infine racconta i suoi rapporti con il papa Pio VII e perché lo fece condurre in Francia e rivela che: «Quando il papa era in Francia, gli assegnai un palazzo magnifico a Fontainebleau, e 100.000 corone al mese; avevo messo a sua disposizione 15 vetture per lui e per i cardinali, anche se non uscì mai. Il papa era esausto per le calunnie in base alle quali si pretendeva che io lo avessi maltrattato, calunnie che il papa smentì pubblicamente».

Prefazione del Cardinal Giacomo Biffi
Traduzione di Vito Patella
Curatela di Giorgio Carbone
 

 

Napoleone Bonaparte - Nato ad Aiaccio in Corsica nel 1769 e morto nel 1821 in esilio e prigioniero degli Inglesi nell'isola di Sant’Elena, sperduta nell'Oceano Atlantico davanti alle coste africane. Fu imperatore dei Francesi e re d’Italia, eccellente stratega e organizzatore statuale.