Giordano di Sassonia

Tutte le sue opere

Storia e vita dell'autore
Nacque intorno al 1176 a Burgberg in Westfalia. Mentre era professore a Parigi fu indotto a entrare nell’Ordine dal beato Reginaldo d’Orléans il 12 febbraio 1220, mercoledì delle ceneri. Nel maggio del 1221 san Domenico gli affidò il governo della neonata Provincia di Lombardia, e dopo la morte del santo fondatore, fu eletto Maestro dell’Ordine (1222) che governò con prudenza e dolcezza. Diede l’abito a più di mille novizi: si narra che le madri al suo passaggio nascondessero i figli perché la sua infuocata predicazione non li convincesse a lasciare le loro case e a entrare nell´Ordine dei Predicatori. Diresse nella via della perfezione la beata Diana (si conserva il loro epistolario). Recatosi in Palestina, morì in un naufragio nel 1237. A lui risale la consuetudine del canto della Salve Regina, dopo la Compieta. Sintetizzò la vita domenicana in questa frase: «Vivere onestamente, imparare e insegnare». Leone XII nel 1826 ne approvò il culto: è venerato come beato e la memoria liturgica cade il 13 febbraio.

Tutte le opere presenti

Giordano di Sassonia

Santità e amicizia

Lettere alla beata Diana degli Andalò

€13,00